Finalità - universita

Vai ai contenuti

Menu principale:

Finalità

Il continuo progresso delle biotecnologie e l’affermarsi di metodi di sequenziamento del DNA sempre più veloci ed efficienti (NGS; NextGeneration Sequencing) hanno dato impulso, negli ultimi anni a diversi progetti di sequenziamento di specie di interesse agricolo ed orticolo alle qualihanno partecipato e contribuito in maniera significativa diverse istituzioni scientifiche italiane.
Sequenziare e decodificare i genomi significa innanzitutto determinare il catologo dei geni di una specie ed attribuire loro una funzione biologica. Queste informazioni di tipo molecolare, hanno un valore strategico per l’ampliamento della conoscenza di base in biologia ed in genetica e costituiscono il presupposto per lo sviluppo di strumenti tecnologici e la realizzazione di applicazioni di notevole importanza nel miglioramento genetico delle specie di interesse agrario. Per quanto detto è apparso opportuno progettare un corso di formazione strettamente correlato agli obiettivi di ricerca del progetto e finalizzato al potenziamento delle capacità di analisi di bioinformatica. Le finalità del corso sono rivolte alla formazione di “Esperti in tecnologie genomiche avanzate e bioinformatiche applicate al miglioramento genetico delle specie vegetali”.
Tali figure professionali acquisiranno innanzitutto un’accurata ed approfondita conoscenza sulle ultime tecniche di laboratorio per il sequenziamento ad elevato automatismo dei genomi, per l’analisi della regolazione (Chip-seq; epigenetica) e dell’espressione genica high-throughput (RNA-seq, microarray). In secondo luogo, i formandi, apprenderanno strategie e metodi bioinformatici per l’analisi dei dati di sequenza (algoritmi per l’assemblaggio de novo del genoma e del trascrittoma; per la chiusura di gap, algoritmi per l’allineamento di sequenze lungo il genoma di riferimento, etc); per lo sviluppo di soluzioni per l’archiviazione, la catalogazione, la ricerca di collezioni di sequenze e di dati biologici; per la combinazione e l’integrazione di dati eterogenei e lo sviluppo di strumenti necessari a ricavare modelli dei fenomeni biologici. In ultimo, i discenti acquisiranno le conoscenze delle basi genetiche che controllano i caratteri agronomici delle piante di interesse agrario, impareranno ad esplorare il corredo genetico delle diverse specie coltivate, ad identificare varianti alleliche di singoli geni che garantiscano i maggiori benefici in relazione ai caratteri che tali geni controllano ed ad applicare le conoscenze di postgenomica nei programmi di miglioramento genetico. Infine, le competenze professionali attese garantiranno agli esperti formati di assolvere al ruolo di esperto in genomica e postgenomica, esperto nell’allestimento e gestione di piattaforme genomiche, esperto nell’analisi dei dati, di ricercatore abile nello sviluppo di progetti di ricerca ad elevato contenuto di innovazione.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu